Navigazione veloce

eTwinning 2015-2017

PROGETTO

titolo

LEGGERE PER PIACERE E NON PER DOVERE
ANNI SCOLASTICI 2015/2016 – 2016/2017

 

legge

Cos’è eTwinning

eTwinning è una community europea di insegnanti attiva nel promuovere i gemellaggi elettronici tra scuole.
Un’iniziativa nata dalla Commissione Europea per integrare e diffondere le possibilità offerte dalle nuove Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC) nei sistemi di didattica e formazione, favorendo nel contempo un’apertura alla dimensione comunitaria dell’istruzione, nell’ottica di contribuire a creare e fortificare un sentimento di cittadinanza europea condiviso nelle nuove generazioni.
Dal momento che uno degli obiettivi di eTwinning è quello di contribuire allo sviluppo professionale del personale della scuola, è possibile avviare progetti individuali, tra docenti o tra dirigenti scolastici, incentrati sul confronto di metodologie didattiche e sistemi scolastici diversi; oppure sviluppando temi comuni utili al miglioramento delle competenze tecnologiche e linguistiche individuali e collettive.
L’azione si realizza attraverso una piattaforma online che rende possibile l’attivazione di progetti di gemellaggio elettronico tra scuole europee primarie e secondarie, coinvolgendo direttamente gli insegnanti in una comunità virtuale dove è possibile conoscersi e collaborare in modo veloce e sicuro.
eTwinning offre una piattaforma per lo staff (insegnanti, dirigenti didattici, bibliotecari, ecc.) delle scuole dei paesi partecipanti, con lo scopo di comunicare, collaborare, sviluppare progetti, condividere e partecipare ad una più entusiasmante comunità didattica europea.

Descrizione del progetto

Tutti gli esperti concordano sul fatto che dare ai bambini le competenze necessarie per leggere, e poi incoraggiarli leggere più ampiamente e per piacere personale è fondamentale per migliorare il loro rendimento scolastico complessivo.
Resta il fatto che nella realtà i bambini che leggono abbastanza ampiamente e per proprio interesse, al di là dei propri doveri scolastici, rimangono delle eccezioni.

Guarda la presentazione

diapositiva1

Come fare per invogliare i bambini ad innamorarsi della lettura?

Questo progetto vuole essere il tentativo di dare risposta a questa domanda.
Il contributo di ogni partner sarà davvero prezioso per trovare insieme una risposta.
OBIETTIVI
Gli obiettivi di questo progetto sono molteplici e multidisciplinari
Questo progetto intende inoltre
• Incoraggiare bambini di diverse nazioni Europee a lavorare insieme per sviluppare conoscenze, amicizia e scoprire somiglianze e differenze con altre culture.
• Usare la propria lingua, migliorare la conoscenza della lingua inglese e avere un primo contatto con altre lingue Europee
• Progettare significative esperienze CLIL
• Acquisire competenze informatiche per la realizzazione di prodotti mirati
• Utilizzare la LIM per attuare innovative modalità di lavoro
• Fornire agli alunni occasioni significative per utilizzare modalità di apprendimento di tipo cooperativo da condividere con i partner
• Consentire ai docenti di condividere strategie ed esperienze per dare ai bambini l’opportunità di vivere un’esperienza positiva e gioiosa con i libri e la lettura prima che sia troppo tardi.

I bambini:
potranno utilizzare strategie di apprendimento cooperativo da condividere con i partner.

I docenti:
potranno condividere strategie ed esperienze per offrire ai bambini un’esperienza positiva con i libri e con la lettura prima che sia troppo tardi.

Le famiglie:
potranno aumentare l’interesse per i libri e la lettura in famiglia

ATTIVITA’
Come insegnanti abbiamo bisogno di non lasciarci soffocare unicamente dalla preoccupazione di raggiungere una serie di obiettivi; dovremmo godere più spesso delle meraviglie offerte dalla lettera e scoprire la ricchezza di stimoli che può offrire.
Potremmo così pensare ad attività più coinvolgenti che aiutino i nostri alunni ad immaginare per lasciarsi afferrate dal mondo dell’autore. In questo modo la lettura potrebbe diventare un mezzo per farli giocare, fuggire e sognare ad occhi aperti.

L’esperienza si apre con un questionario di valutazione delle abitudini di lettura.
Questo strumento fornirà informazioni da valutare sia all’inizio che alla fine del progetto.

Ascolto – Introdurre nuovi libri con la lettura ad alta voce.
Ascoltare storie è il modo migliore per suscitare passione per la lettura e permette un approccio a testi che sarebbero troppo difficili per una lettura individuale.
E ‘un’esperienza che procura un intenso piacere ad adulti e bambini.

Periodicamente l’insegnante
• Leggerà un libro nella lingua madre
• Eseguirà attività di narrazione in una seconda lingua (inglese)

Reading – Cose da fare prima / durante / dopo la lettura
• Creeremo insieme una collezione di attività interattive che aiuteranno i bambini a sentirsi più coinvolti nelle storie che leggono.
• Saremo in grado di condividere le attività utilizzando strumenti multimediali per illustrare i nostri percorsi creativi

Produzione di storie – (di narrativa e divulgative) da condividere attraverso il partenariato.
I bambini saranno incoraggiati a lavorare in primo luogo nella loro lingua madre, ma gli insegnanti invieranno ai partner anche una traduzione in inglese del lavoro svolto.
Gradualmente, dove è possibile, i bambini inizieranno a collaborare allo svolgimento di questa attività utilizzando in un contesto concreto, strutture inglesi e frasi che fanno parte della loro conoscenza.
Sarà anche l’occasione per acquisire nuove competenze linguistiche che si imparano perché servono allo svolgimento di un’attività concreta.

RISULTATI ATTESI
La lettura è una capacità che diventa migliore con la pratica.
Leggere per piacere è fondamentale per garantire che la pratica necessaria per diventare fluente entri a far parte della vita quotidiana degli studenti, e non è solo vista come una delle attività di routine da svolgere in classe.
Ci sono una serie di vantaggi che si possono ottenere dalla lettura eseguita con piacere:
• aumenta il senso di realizzazione, la fiducia, l’autostima e la consapevolezza di sé,
• allarga gli orizzonti e sviluppa relazioni
• promuove l’inclusione e l’empatia attraverso la condivisione di opinioni e idee
• previene la noia e favorisce il rilassamento .
Gli alunni produrranno illustrazioni, storie, giochi, drammatizzazione da condividere con i partner attraverso la pubblicazione su Twinspace di testi, presentazioni Power Point, video.

Svolgimento del progetto

Guarda il nostro lavorobiblioteca

Scarica la realizzazione del progetto in formato pdf stampabile

REALIZZAZIONE
Titolo: REALIZZAZIONE (0 click)
Etichetta:
Filename: realizzazione.pdf
Dimensione: 10 MB


Valutazione

La valutazione del Progetto non è da intendersi unicamente come la registrazione di abilità acquisite nelle diverse discipline, ma come l’analisi dei progressi “trasversali” registrati durante il percorso anche in relazione alle occasioni di apprendimento che, di volta in volta, si sono costruite insieme.
Tutte le attività sviluppate hanno fornito occasioni di osservazione e valutazione delle competenze maturate dai bambini, anche in contesti cooperativi, per costruire ciascuno il proprio sapere in modo attivo e partecipato.
Lo sforzo delle insegnanti coinvolte nel progetto è stato quello di attivare metodologie incentrate su attività principalmente comunicative, in contesti e situazioni reali.
Ciò è stato particolarmente significativo in relazione all’uso della lingua inglese: i bambini hanno evidenziato una graduale e crescente fiducia nelle proprie capacità. La forte carica motivazionale li ha condotti spontaneamente a mettersi in gioco, dando vita a semplici comunicazioni in lingua inglese anche al di fuori delle attività programmate dalle docenti.
L’attività di costante collaborazione tra le insegnanti è stata di fondamentale importanza anche in fase di verifica in itinere del progetto: in alcune occasioni si sono evidenziati risultati al di sotto o, viceversa, al di sopra delle aspettative e si è resa necessaria la revisione degli obiettivi e delle metodologie adottate per raggiungerli.
Il miglior risultato ottenuto è stato quello di veder crescere un positivo atteggiamento di curiosità nei confronti del progetto. I bambini hanno atteso con ansia gli elaborati dei compagni lontani fisicamente, ma vicini nella condivisione di esperienze e attività.
L’apprendimento cooperativo, ha contribuito
– a promuovere una maggiore coesione del gruppo classe
– a rispettare maggiormente i compagni riconoscendo le abilità individuali di ciascuno
– ad utilizzandole al meglio le varie attitudini, in modo che ognuno potesse dare un contributo significativo al lavoro del gruppo.
La maggior parte dei bambini ha raggiunto l’obiettivo principale del progetto: superare l’idea della lettura come obbligo scolastico.
Una serie di approcci diversificati per incoraggiare la pratica della lettura, le letture condivise, la scoperta di generi diversi hanno contribuito a far crescere l’autonomo desiderio di leggere non solo brani, ma testi completi.
Un numero considerevole di bambini ha iniziato a prendere in considerazione la lettura come piacevole attività da praticare nel tempo libero sia a scuola che a casa.
La lettura mossa da interesse personale ha evidenziato una maggiore volontà dei bambini di capire ciò che stavano leggendo, contrariamente a ciò che si evidenziava spesso in occasione dell’assegnazione delle letture da eseguire in classe o per compito.
Il “passa parola” per consigliare ai compagni la scelta dei libri è stata una piacevole sorpresa che le insegnanti, in fase di progettazione, non avevano sufficientemente valorizzato.
Nonostante il progetto si sia ufficialmente chiuso, tutte le pratiche avviate saranno continuate nel prossimo anno scolastico che concluderà la permanenza di questo gruppo di alunni alla Scuola primaria.
La speranza di tutte le docenti è di aver contribuito a gettare le basi per una pratica di lettura come attività personale e consapevole che duri per tutta la vita e che diventi asse culturale trasversale.

Nota dell’insegnante

Da oltre vent’anni mi impegno per l’attuazione di Progetti Europei ed ogni volta riesco a stupirmi per gli elementi inaspettati che scaturiscono dalla collaborazione di insegnanti ed alunni che vivono in Paesi diversi e che riescono a progettare insieme, a condividere metodologie e a fornire consigli per superare dubbi e difficoltà.
Attuare un progetto in maniera significativa richiede tempo ed impegno costanti. Capita di frequente che i docenti che chiedono di partecipare ai progetti non tengano in seria considerazione questi elementi e, dopo un primo momento di euforia, si limitano a partecipare in modo saltuario. Gli insegnanti che credono davvero in queste esperienze riescono invece a raggiungere traguardi significativi attraverso uno “spazio educativo multilingue e multiculturale, vivace e ricco di stimoli, volto a migliorare la qualità dell’insegnamento”.
Pertanto desidero proseguire questa esperienza anche per il prossimo anno scolastico, partecipando ad un nuovo progetto eTwinning da intendersi non come un’attività aggiuntiva al normale curriculum scolastico, ma come occasione “per lo scambio di pratiche di qualità che possono contribuire alla modernizzazione dei sistemi educativi nel loro complesso”.